Come avviare una start up mentre lavori: 3 consigli da Yvonne Pizzigati

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Avviare una start up non è per niente facile.

Ci sono milioni di cose da faredecine di progetti da realizzare e il tempo sembra sfuggire dalle mani!

 Immagina adesso che, oltre questo, tu abbia anche un lavoro!

Dici che sarebbe impossibile riuscirci?

Noi multipotenziali siamo abbastanza famosi per questa nostra capacità di buttarci a capofitto nelle mission impossible.

Da un lato il pensiero di portare avanti più attività ci entusiasma, dall’altro corriamo il rischio di mettere troppa carne al fuoco e di, alla fine, non cavare mai un ragno dal buco.

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente la tua multipotenzialità è venuta a bussare alla tua porta per dirti che è arrivato il momento di costruire qualcosa che porti la tua inconfondibile firma.

Sei curioso di sapere il segreto per coniugare un lavoro “tradizionale” con l’avvio di una start up”?

Allora ti suggerisco di leggere questo articolo fino in fondo, perchè Yvonne Pizzigati ha condiviso con noi i tre consigli per avviare una start up mentre si ha un lavoro.

Anzi, aspetta un attimo!

Sto andando come un treno, vero?

Forse vorresti prima capire che cos’è questa multipotenzialità, vero?

Soprattutto perché quando hai capito che c’è la minima speranza di non scegliere una sola carriera ti si sono illuminati gli occhi.

Allora prima leggi il riquadro qui sotto!

Buona scoperta e buona lettura 

ESSERE MULTIPOTENZIALE

SIGNIFICA RIFIUTARE IL MITO DELLA SINGOLA VOCAZIONE

PREFERENDO LA COSTRUZIONE DI UNA O PIÙ CARRIERE

CHE SI BASINO SULL’ESPLORAZIONE DI DIVERSE PASSIONI

PER VIVERE UNA VITA PIENA DI SIGNIFICATO”

INTERVISTA A YVONNE PIZZIGATI

Eccoci alla terza puntata di The Multipods Story 2, il nostro programma estivo che permette di scoprire le storie e le carriere (si noti il plurale) dei multipotenziali più fighi del panorama italiano.

In questo episodio abbiamo intervistato Yvonne che ha avviato una start up, con le sue sole forze, avendo al contempo un lavoro che assorbiva gran parte del suo tempo.

Direi che questo è uno splendido esempio di multipotenzialità, non ti pare?

Il percorso affrontato da Yvonne è stato lungo e difficile.

Tuttavia non ha mollato.

Ci ha messo tutta se stessa, ha creduto nel suo progetto e ha pazientato per vederlo realizzato.

Per scoprire di più su Yvonne e sulla sua multipotenzialità, su come far combaciare il desiderio di avviare una start up con la necessità di non lasciare il tuo attuale lavoro, ti consiglio di guardare l’intervista nel video qui di seguito.

3 consigli da Yvonne

Avviare una start up richiede di per sé tantissime competenze.

Avviarla mentre si ha già un lavoro, magari full time, ne richiede ancora di più.

Se credi che sia impossibile riuscirci, Yvonne ti svelerà 3 consigli per farcela.

Ti sei già distratto?

Questo significa che sei davvero multipotenziale:
il test di the multipods revolution ti aiuterà a scoprirlo!

#1 semplifica

Va da sé che la prima cosa che serve per avviare una start up è il tempo.

C’è bisogno di tempo per idearla, per tradurre l’idea in un progetto concreto e ci vuole ancora del tempo perchè una volta avviata questa generi dei profitti.

Il problema principale quindi nell’avviare una start up mentre si ha già un lavoro, è principalmente quello di ritagliarsi il tempo necessario per compiere tutti gli step necessari a raggiungere l’obiettivo.

Abbiamo chiesto ad Yvonne in che modo lei sia riuscita ad incastrare i suoi impegni lavorativi con il suo sogno e ci ha svelato un “segreto” che spesso, presi dalla corsa del topo in cui siamo incastrati, ci dimentichiamo: L’ARTE DELLA SEMPLIFICAZIONE.

Come ci ricorda Yvonne, ci sono delle volte in cui mettiamo in atto dei processi macchinosi che ci portano via il doppio del tempo che normalmente richiederebbero.

Analizzare bene la situazione che abbiamo di fronte e trovare dei metodi alternativi e più snelli per portare a termine un task, ci risparmierebbe un sacco di tempo utile per sviluppare la nostra idea di business.

Vuoi scoprire gli altri superpoteri multipotenziali?

In questo articolo ti racconto quali sono i superpoteri multipotenziali e come potrai sfruttarli per avere un vantaggio competitivo in tutti i tuoi progetti!

Se da un lato il time management è una skills fondamentale per avviare una start up avendo già un lavoro, è anche importante prendersi il giusto tempo per farlo nel migliore dei modi e non arrendersi solo perchè i risultati non arrivano immediatamente.

Il secondo consiglio, infatti, è proprio quello di non avere fretta.

#2 non avere fretta

Il secondo consiglio di Yvonne è quello di non avere fretta.

Infatti ci vuole del tempo perchè un’idea si trasformi in una vera e propria start up e alcune volte, la fretta di vedere risultati ci fa fare dei passi un po’ azzardati o a mollare prima che i tempi siano maturi.

Come ci ricorda Yvonne, perchè una start up venga avviata e inizi a produrre utili, devono passare tra i 3 e i 5 anni.

Questo perchè per passare da un’idea ad un progetto concreto, sono necessari dei passaggi che richiedono attenzione, cura e pianificazione.

Altrimenti si rischia di fare un buco nell’acqua e buttare via tutte le energie e le risorse che abbiamo impiegato.

Bada bene: questo non significa starsene seduti ad aspettare che i tempi per agire siano maturi.

Il consiglio è di non avere fretta, non di NON AGIRE!

Quindi rimboccati le mani e dacci dentro!

Vuoi sviluppare le tue inclinazioni multipotenziali?

Nel REVOLUTION PACK troverai tante altre risorse e contenuti per scoprire e gestire la MULTIPOTENZIALITÀ.
IN ESCLUSIVA

Ed eccoci all’ultimo consiglio.

Forse il più importante e il più difficile a volte da mettere in pratica.

#3 SII RESILIENTE

L’ultimo consiglio voglio fartelo dare direttamente da Yvonne:

“La resilienza.

Ci saranno giorni in cui a lavoro andrà tutto storto.

Però dovrai avere la forza necessaria per rimanere concentrato e usare tutta la tua energia per raggiungere il tuo obiettivo e creare la tua start up.

Ci saranno giorni in cui la gente ti darà della visionaria. 

Ci saranno giorni in cui ti diranno che stai sprecando il tuo tempo, che dovresti accontentarti di quello che hai già.

Allena la tua resilienza e con essa avrai conquistato un nuovo talento.

Conosci qualcuno che vorrebbe sapere come avviare una start up?

Condividi l’articolo sui tuoi social e taggalo!
Farai del bene a lui e aiuterai noi a spargere la voce e aiutare tanti altri multipotenziali 😉
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su twitter
Twitter

Complimenti, 

hai resistito leggendo tutto l’articolo!

Se ti è piaciuto potresti farlo sapere a noi (e a Susanna che è stata tanto preziosa) mettendo un bel LIKE a questo articolo.

Questo che hai appena letto è il primo di una serie di articoli che saranno dedicati ai lavori multipotenziali.

Durante tutta l’estate 2019, ogni mercoledì alle 19.30, andrà in onda sulla pagina FB @Multipotenziale.it il progetto The Multipods Story che racconta le storie e le carriere multipotenziali.

Non perdere il prossimo appuntamento 😉

 👇Iscriviti al GRUPPO per ricevere tutte le comunicazioni in anteprima e scoprire tutti gli appuntamenti di The Multipods Revolution!

The Multipods Family

La prima community in Italia composta da centinaia di multipotenziali che si confrontano e crescono insieme come in una famiglia!

richiedi l'accesso gratuito

Accederai a contenuti esclusivi, alle iniziative di The Multipods Revolution e alle dirette con Sonia 😉

Siamo giunti davvero alla fine.

Ringrazio di cuore Susanna per il suo contributo e i consigli che ci ha dato e se volete maggiori informazioni su di lei o sul suo lavoro scrivi nei commenti le domande che avreste voluto farle in diretta e contattala sulla sua pagina FB @SusannaTartari 

Noi ci vediamo in diretta il prossimo mercoledì e se vuoi rimanere aggiornato su tutti i prossimi appuntamenti non dimenticare di iscriverti alla nostra NEWSLETTER!

P.S. Tranquillo, mandiamo pochissime MAIL. Siamo MULTIPOTENZIALI anche noi e abbiamo mille cose da fare 😀

risparmi tempo con la newsletter

Cos'ì rimarrai sempre aggiornato su tutte le novità col minimo sforzo

Un grande abbraccio,

Sonia Elicio

PS –> Sei già dentro il gruppo più pazzo e multipotenziale d’Italia?

The Multipods Family

La prima community in Italia composta da centinaia di multipotenziali che si confrontano e crescono insieme come in una famiglia!

richiedi l'accesso gratuito

Accederai a contenuti esclusivi, alle iniziative di The Multipods Revolution e alle dirette con Sonia ;)

Se questo articolo ti è piaciuto dovresti leggere questi ;)

carriera
soniaelicio

Problem Solving: come sviluppare la soft skills più richiesta sul CV

La soft skills più richiesta è il problem solving.

In un’epoca in cui le specializzazioni richieste cambiano in pochi anni, sembra che la caratteristica più importante di un candidato è la sua capacità di risolvere i problemi.

Come si sviluppa questa capacità? Perché non ce la insegnano a scuola? Ci sono persone che sono più portate a sviluppare la soft skills più richiesta nel mondo del lavoro? Come si allena o come si possono aiutare i dipendenti ad allenarla?

Curioso vero? »

Sonia Elicio

Fondatrice del blog “The Multipods Revolution“, Autrice del libro “La Rivoluzione Multipotenziale“, Life & Career Designer, Marketer,  Content Creator, Travel Influencer… nel tempo libero sviluppo i miei superpoteri! ;)

Vuoi Ricevere la Newsletter Multipotenziale

Non hai ancora letto il libro?

Preferiti