Essere Multipotenziale:
rifiutare il mito di una singola vocazione e vivere felici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Sei riuscito a trovare la tua grande vocazione, l’unica passione da seguire nella tua vita?

Hai deciso cosa fare da grande?

Rinunceresti a qualcuna delle tue passioni per seguire un unico percorso?

Sei sicuro di voler continuare a fare sempre la stessa cosa per tutta la vita?

Se hai risposto di NO a queste domande questa guida è per te

Ti racconterò di un mondo di cui ancora pochi parlano.

Un diverso modo di essere in cui potrai smettere di cercare la tua grande e unica passionerifiutare il mito della singola vocazione ed esplorare tutte le tue intersezioni.

Ti parlerò di cosa significa essere multipotenziale e perché fino ad oggi ti sei sentito così sbagliato e fuori posto.

Prima di tutto è importante che tu sappia una cosa:

NON C’È NIENTE DI SBAGLIATO IN TE!

Perciò prenditi i prossimi cinque minuti per leggere questa guida con attenzione perché cambierà la tua vita come ha cambiato la mia.

Per sempre.

pensi di essere multipotenziale?

Col test di the multipods revolution scopri se sei multipotenziale e qual è la tua maggiore difficoltà lavorativa

COSA VUOI FARE DA GRANDE

Non importa quanti anni hai, quanto successo hai o qual è la tua storia.

Ognuno di noi ha dovuto rispondere più volte nella vita alla fatidica domanda “cosa vuoi fare da grande“.

Da bambino è divertente immaginare come saremo da adulti, spesso cercando di somigliare ai nostri eroi: “voglio fare la ballerina, l’astronauta, il calciatore, il pompiere…

Nessuno bada ancora alla tua risposta, nessuno giudica apertamente: gli adulti ti dicono bravo oppure mostrano quel sorriso triste di chi sa già che è impossibile, che non ce la farai mai.

Poi cresci e quella domanda si ripresenta sempre più spesso, non più come un gioco innocente in cui puoi essere quello che vuoi e cambiare idea quante volte vuoi: adesso è arrivato il momento di crescere e di rispondere attentamente.

Cosa vuoi fare da grande?

C’è da programmare il tuo futuro, non puoi essere vago e non puoi essere indeciso.

VOGLIO FARE TUTTO

Se sei qui probabilmente a quella domanda non hai ancora dato una risposta.

Oppure hai dato una risposta che nessuno ha voluto ascoltare, che nessuno ha capito.

“COSA VUOI FARE DA GRANDE?”

VOGLIO FARE TUTTO!

“Non puoi fare tutto, devi scegliere.”

“Ma io non voglio scegliere, ci sono troppe cose che voglio fare.”

“Come fai? Devi scegliere l’università, la specializzazione, in che settore vuoi lavorare, in quale funzione…”

“MA…”

Non c’è tempo di essere indeciso, ti devi sbrigare, devi scegliere.

non concluderai niente nella vita

Te l’hanno detto, vero?

Sei un inconcludente.

Una persona che inizia qualcosa con tanta passione, sempre in quarta, con molto entusiasmo e poi… non lo porta a termine e cambia strada prima di vederne i frutti.

Scommetto che ogni volta che inizia qualcosa di nuovo – pensando sia davvero la volta buona e che finalmente hai trovato la tua strada – le persone che ti sono vicine sono sempre più preoccupate e deridono un po’ questo tuo modo di approcciarti ad una nuova passione come fosse la svolta della tua vita.

Come se lo facessi apposta, come se ti piacesse aver collezionato un progetto mai finito dopo l’altro.

Come faccio a saperlo?

Non mi sono ancora presentata, volevo essere sicura che anche tu fossi come me prima di raccontarti chi sono.

Mi chiamo Sonia Elicio e sono stata etichettata come inconcludente per tutta la mia vita. Mi sono sempre data molto da fare, ho fatto mille lavori, cambiato più indirizzi universitari e percorso tante strade. 

Finché ho capito che quello che mi rendeva speciale era proprio il non voler scegliere un solo percorso ma rimanere aperte alle possibilità della vita, destreggiandomi tra diverse attività e progetti, spesso contemporaneamente.

Forse speravi che ti dicessi che ho trovato la mia strada nella vita alla fine e che sono qui a raccontarti come si fa.

Se è questo che ti aspetti allora smetti di leggere subito, non è questo lo scopo di questa guida.

Quello che voglio raccontarti è come vivere felice e realizzare qualcosa di costruttivo e profittevole senza avere un’unica vocazione, cambiando strada frequentemente, sbagliando e ricominciando, modificando la tua routine ogni volta che questa diventa noiosa e prevedibile.

Perché se c’è una cosa che posso dirti con certezza è che per alcuni di noi queste sensazioni non passano, questo schema non cambia e non tutti hanno una sola vocazione nella vita.

Fino ad oggi ti sei sentito inadeguatogiudicato e incompreso.

Perché hai iniziato tanti progetti e noi hai ancora deciso cosa fare da grande.

Perché hai idee diverse continuamente, grandi idee e gli altri non riescono a starti dietro.

Perché hai vissuto tante vite e sembra inverosimile che tu abbia solo la tua età.

Tranquillo, la verità è un’altra.

non c'è niente di sbagliato in te

Ci ho messo tanto tempo a capirlo, tempo sprecato a cercare in tutti i modi di uniformarmi agli altri, di trovare la mia unica strada nella vita.

Anche io mi sono sentita giudicata, diversa e sbagliata.

Volevo fare tantissime cose, tutto mi appassionava e non volevo decidere.

Non c’è mai stato spazio per questo modo di essere intorno a me, non c’era spazio per l’esplorazione, per la scoperta e per la varietà.

Non aveva senso tentare se non eri sicuro che fosse quella la tua strada.

Non dovevi perdere tempo.

Mi viene da sorridere se penso al tempo che ho speso cercando di capire come essere uguale agli altri, quelli che erano sicuri di cosa volessero fare nella vita.

Così mi sono messa a correre anche io, insieme a tutti gli altri. Non avevo chiaro dove stavo andando, credevo di aver preso la strada giusto – lo credevo tutte le volte – finché la noia mi assaliva, la vita diventava troppo monotona e mi imbarcavo in una nuova avventura senza speranza perché difficilmente i miei nuovi progetti avevano qualche attinenza con i vecchi.

Sono certa che sei arrivato fino qui ti riconosci nella mia storia, forse sei ancora in quella fase in cui credi di essere diverso, addirittura sbagliato. Perciò ho voluto iniziare dicendoti che non c’è niente di sbagliato in te.

La verità è che sei multipotenziale.

 

CHE SIGNIFICA Essere Multipotenziale

Nonostante il termine derivi dall’inglese (multipotentialite), la multipotenzialità non è una tendenza recente.

Leonardo Da Vinci, Newton, Cartesio, Einstein, Propp… Steve Jobs.

Hai sentito qualcuno di questi nomi, vero?

Ecco, questi sono alcuni dei multipotenziali famosi che ricordiamo per aver in qualche modo sconvolto l’ordine delle cose e aver contribuito al progresso nel mondo.

Per rispondere alla domanda “che significa essere multipotenziale?” Wikipedia, come sempre, viene in mio soccorso:

Multipotenzialità (dall’inglese multipotentiality) identifica la qualità e la capacità delle persone che hanno più interessi e attività, una forte curiosità intellettuale, sono creativi ed eccellono in più settori.

Questo tipo di persone si definiscono multipotenziali.

Per molti aspetti il multipotenziale rappresenta l’opposto dello specialista.

Il dilemma: Specialista o multipotenziale

Come ti dicevo, secondo Wikipedia un multipotenziale è l’opposto di un specialista.

Ma cosa si intende per specialista?

Uno specialista è una persona specializzata appunto, quindi verticale in un’unica disciplina e tendenzialmente ha un background fatto di studi, esperienze di lavoro e vari attestati che dimostrano che egli è specialista in una determinata materia.

Al contrario per essere multipotenziale non serve una certificazione anzi non esiste una certificazione.

Un multipotenziale può essere specialista?

 

Prima di iniziare il progetto The Multipods Revolution e parlare di multipotenzialità ho indagato molto per sapere di più su questo tema.

Io stessa sono multipotenziale ma nello stesso tempo mi sono specializzata: questo fa di me una specialista?

Mi sono guardata tanto intorno in cerca di altri multipotenziali per scoprire di più su di loro e sulle loro vite e per sentirmi meno sola.

Ho scoperto è che ci sono tanti multipotenziali che sono altamente specializzati in un solo ambito o anche in più di uno.

Conosco tantissimi multipotenziali che si sono laureati in medicina, ingegneria e hanno proseguito con la specialistica con successo.

La domanda è se questi sono meno multipotenziali di altri?

Essere multipotenziale significa solo NON essere capaci di concludere qualcosa saltare da un progetto all’altro?

Il multipotenziale sa un po’ di tutto ma non è verticale in niente?

La discussione su questi temi rimane aperta e di multipotenzialità si sta iniziando a parlare da poco, soprattutto in Italia, ma ho provato a dare la mia interpretazione nel mio libro che affronta il tema della multipotenzialità legandolo al momento storico che viviamo.

Prima di darti la mia interpretazione di multipotenzialità voglio presentarti la madre dei multipotenziali, Emilie Wapnick, che con un TED talk ha illuminato il mondo.

 

Ti sei già distratto?

Questo significa che sei davvero multipotenziale:
il test di the multipods revolution ti aiuterà a scoprirlo!

Perché alcuni di noi non hanno un'unica vera vocazione

Emilie Wapnick è considerata la madre dei multipotenziali, colei che ha iniziato a parlarne per prima e a rendere il termine “famoso”.

Secondo Emilie Wapnick un multipotenziale è qualcuno con molti interessi e occupazioni creative.

Nel 2010 Emilie ha aperto un blog interamente dedicato ai multipotenziali www.puttylike.com e dall’ora affronta le tematiche legate alla multipotenzialità.

Nel 2015 Emilie ha esportato il concetto di multipotenziale in tutto il mondo grazie allo speech tenuto per TED dal titolo “Perchè alcuni di noi non hanno un’unica vera vocazione” in cui racconta cosa significa essere multipotenziale e quali sono le caratteristiche di questo strano modo di essere.

Un altro punto interessante del suo speech è la scoperta dei superpoteri dei multipotenziali.

Nel discorso, infatti, spiega quali sono le tre caratteristiche principali di un multipotenziale:

1.   SINTESI DI IDEE

La capacità di collegare tra loro esperienze e idee molto diverse fra loro per produrre qualcosa di unico e originale

2.   APPRENDIMENTO RAPIDO

Imparare velocemente caratterizza i multipotenziali proprio per il costante bisogno di approfondire nuovi argomenti e buttarsi in nuove esperienze

3.   ADATTABILITÀ

Non possiamo stare fermi un secondo, ci tuffiamo in ogni nuova avventura e siamo attratti da ciò che è nuovo. Perciò abbiamo sviluppato un ottimo spirito di adattamento che ci permette di mimetizzarci in ogni nuovo contesto e non avere paura del cambiamento.

Nella mia ricerca ho scovato tanti altri superpoteri che sono facilmente riscontrabili nei multipotenziali.

Proprio per questo essere multipotenziale è considerato così affasciante, perciò ho dedicato a questo argomento una guida specifica.

Se ti interessa approfondire puoi leggere “La guida completa ai superpoteri dei multipotenziali” qui!

Il lavoro di Emilie è stato molto importante e ha dato ispirazione a tutti noi che abbiamo iniziato ad approfondire la multipotenzialità. 

Tuttavia negli Stati Uniti la mentalità è molto diversa da quella italiana e su questo argomento ci sono molte più barriere qui di quante ne abbia trovate Emilie, perciò credo che adattare ad un contesto più vicino al nostro il discorso della multipotenzialità sia necessario per trovare un modo per gestirla  senza trasferirsi negli States.

Nel prossimo paragrafo ti racconterò la mia visione sulla multipotenzialità e la vision del progetto di The Multipods Revolution.

Prima però risponderò alla domanda che ti stai facendo da quando hai iniziato a leggere questo articolo.

come fai a sapere di essere multipotenziale?

Tutto molto bello, vero?

Ma chi ti dice di essere multipotenziale e non solo una persona distratta, pigra, indecisa o semplicemente non hai ancora trovato quello che davvero vuoi fare da grande?

La verità è che non esistono studi scientifici sulla multipotenzialità.

Per quanto ne sappiamo potrebbe non esistere niente del genere, potrebbe solo essere una scusa per non decidere cosa fare nella vita.

Eppure ogni volta che vedo persone riconoscersi nella descrizione di multipotenziale e sentirlo di essere finalmente a casa, capiti e condivisi mi rendo conto che non è importante se la multipotenzialità è comprovata scientificamente.

Anche se molti la definiscono una scusa per qualche figlio di papà, viziato e scansafatiche la verità è che ci sono delle persone che hanno un’attitudine alla visione d’insieme, alla creatività e alla sperimentazione.

Un multipotenziale è una persona curiosa, a cui piace scoprire, fare collegamenti infiniti tra cose apparentemente senza connessione tre loro e arrivare a soluzioni creative uniche.

Un multipotenziale ha difficoltà a definire le sue skills perché sono tante, davvero tante, e comunque non sapere qualcosa per lui non è un limite ma una sfida.

Ma soprattutto ad un multipotenziale piace vincerle le sfide e andare contro tutto e contro tutti pur di inseguire ciò in cui crede.

–> Sì, perché un multipotenziale crede

Crede in se stesso, crede nel futuro, crede nella bellezza della vita e nella forza della natura.

Crede nella perfezione dell’universo che è per lui guida e ispirazione.

–> Ha iniziato migliaia di progetti

non tutti portati a termine, a volte anche nessuno perché la sua attenzione è labile.

Da tutti quei progetti però ha imparato qualcosa che mette al servizio del mondo e delle sue idee.

–> Un multipotenziale non sa scegliere

perché scegliere significa rinunciare a tutte le altre migliaia di opportunità che potrebbe cogliere.

Infatti vuole tutto, gli piace tutto e vorrebbe fare tutto.

Col tempo, però, ha imparato come gestire questa indecisione: segue il flusso che lo condurrà alla realizzazione della sua mission.

Esatto, un multipotenziale ha una mission, anzi a volte più di una, e lotta per la realizzazione di questa.

–> Apprende velocemente e ama iniziare qualcosa di nuovo


è abituati ad imparare e la cosa non lo spaventa.

Ama iniziare qualcosa di nuovo molto spesso, essere libero/libera di mollare tutto e ripartire, di cambiare strada improvvisamente.

Un multipotenziale ha spiccate capacità di adattamento: riesci a immergersi in nuovi ambienti con molta facilità, tende ad esplorare, creare dei punti di riferimento “familiari” anche in contesti completamente nuovi.

È un attento osservatore, spinto da un’insaziabile curiosità ma anche dal bisogno di controllare l’ambiente esterno per modellare il suo comportamento ad ogni nuova situazione e non farsi cogliere impreparato.

Per questo ha imparato a prevedere il futuro e segue il suo istinto perché vari sono i campi che gli sono familiari.

Ecco cosa fa di te un multipotenziale.

ESSERE DIVERSO, FORSE SPECIALE, SICURAMENTE UNICO E COMPLESSO

 

Hai letto quest’ultimo paragrafo tutto d’un fiato, vero?

Ti stanno brillando gli occhi e il cuore batte fortissimo?

SENTI DI ESSERE TU, SENTI CHE QUESTA DESCRIZIONE PARLA DI TE?

Se sei arrivato fino a questo punto, hai letto tutto senza lasciare la pagina schifato (ma hai aperto tutti gli approfondimenti occupando tutta la barra del tuo browser con minuscole finestrelle 😀 ) ho la sensazione che sei uno di noi.

Alla fine dell’articolo ti invito a compilare il test per eliminare ogni dubbio dalla tua mente e entrare nella grande famiglia di multipotenziale.it – The Multipods Family.

Ti riporto di nuovo il link per ascoltare il discorso TED di Emily Wapnick : è in inglese ma ci sono i sottotitoli in italiano.

Adesso continua a leggere, ho una notizia buona ed una cattiva per te!

Prima quella cattiva vero?

La Multipotenzialità in Italia

Adattare al contesto italiano la multipotenzialità significa capire come collocare i multipotenziali all’interno di una società altamente specializzata col culto del posto fisso e del tempo indeterminato.

Il punto di partenza è la definizione: cosa vuol dire essere multipotenziale in Italia?

Essere Multipotenziale
significa rifiutare il mito della singola vocazione
preferendo la costruzione di una carriera
che integri tutte le proprie passioni
per vivere una vita densa di significato

L’Italia non è famosa per le sue opportunità di carriera, hai ragione.

Figuriamoci se è il luogo giusto per un multipotenziale.

Il punto non è se è il posto giusto o quello sbagliato dove essere multipotenziale: sei qui, ora, e devi fare il meglio che tu possa fare per sfruttare le tue potenzialità.

Per fortuna hai dei multi-potenziali – altrimenti non credo staresti ancora leggendo – quindi adesso è il momento di riconoscerli e imparare a sfruttarli per costruire la migliore versione del tuo futuro.

Questo è il principio della Rivoluzione Multipotenziale ed è quello che mi ha spinto a fondare The Multipods Revolution: aiutarti a scoprire come costruire la tua carriera e la tua vita multipotenziale.

la rivoluzione multipotenziale - the multipods revolution

The Multipods Revolution nasce a marzo 2018 per connettere i multipotenziali italiani e portare anche in Italia questa grande innovazione.

Perché se è vero che ci sono posizioni lavorative perfette per gli specialisti ce ne sono altre che sono molto più adatte a persone multipotenziali.

Per far sì che questo accada dovremmo iniziare a potenziare i punti di forza della nostra multipotenzialità e migliorare quelli di debolezza.

L’Italia non è famosa per le sue opportunità lavorative, tuttavia credo che insieme, impegnandoci al massimo e iniziando a mostrare i risultati di essere multipotenziale la società si ricrederà sulla nostra inconcludenza e inizierà a focalizzarsi sulle nostre reali capacità.

Per fare questo dobbiamo iniziare ad esplorare noi stessi e le nostre intersezioni, smettere di accontentarci di un lavoro “niente di che”, magari anche specialistico, solo per portare a casa uno stipendio e coltivare la multipotenzialità nei weekend e la sera con gli amici.

Questo approccio non solo ci penalizza come persone perché non riusciamo a far brillare le nostre potenzialità naturali, ma soprattutto non contribuisce per niente al progresso dell’umanità.

Essere multipotenziale non deve essere una scusa per non eccellere, un mero passatempo.

Abbiamo dei superpoteri, cazzo, usiamoli!

Usiamoli per fare del bene, non solo a noi stessi ma all’intera società.

Questa è la rivoluzione multipotenziale, non la supremazia dei multipotenziali nel mondo ma la consapevolezza di avere delle capacità che meglio si adattano ad alcuni contesti. Il nostro compito è trovare quei contesti e dimostrare il nostro valore aggiunto.

La mission di The Multipods Revolution è essere catalizzatore di questo movimento e punto d’incontro di tutti i multipotenziali italiani.

Nel libro La Rivoluzione Multipotenziale ho voluto mettere in relazione la multipotenzialità con l’era in cui viviamo per capire quale può essere il ruolo dei multipotenziali nella nostra società. Il libro è manifesto del movimento The Multipods Revolution e il suo scopo è presentare la multipotenzialità sia a chi crede di essere multipotenziale sia a chi non lo è.

Condividi l’articolo con un #Multipods inconsapevole e lascia un like se sei arrivato fino qui 😉

È scientificamente provato che un like al girono toglie il medico di torno!

Alla prossima, #multipods

Un abbraccio,

Sonia

PS –> Sei già dentro il gruppo più pazzo e multipotenziale d’Italia?

The Multipods Family

La prima community in Italia composta da centinaia di multipotenziali che si confrontano e crescono insieme come in una famiglia!

richiedi l'accesso gratuito

Accederai a contenuti esclusivi, alle iniziative di The Multipods Revolution e alle dirette con Sonia ;)

Se questo articolo ti è piaciuto dovresti leggere questi ;)

Sonia Elicio

Fondatrice del blog “The Multipods Revolution“, Autrice del libro “La Rivoluzione Multipotenziale“, Life & Career Designer, Marketer,  Content Creator, Travel Influencer… nel tempo libero sviluppo i miei superpoteri! ;)

Vuoi Ricevere la Newsletter Multipotenziale

Non hai ancora letto il libro?

Preferiti